…la Fonte Procula, come si racconta nei testi de “Il Mercante di Prato”, prende il nome da un certo martire Proculo e la sua leggenda; pare che tale Frà Proculo, inseguito dai suoi persecutori attraversando la città di Prato, si sia fermato in questo ameno luogo per riposarsi, e tanto era la stanchezza e la sete che fece scaturire dal terreno una sorgente che da lì prese il nome di “Fonte Procula”; a detta della gente del posto, si parlò di questa fonte con acqua dai poteri miracolosi poichè pare che tante persone malate o inferme, si recassero in gran numero presso questa fonte per esserne risanati.

Miracoli e leggende a parte, questa Fontana esiste ed è proprio all’interno della Trattoria la Fontana e chi passa per questo locale, troverà sempre sul tavolo quest’acqua pura così come sgorga dalla sorgente così come qualità e cortesia che non sono un miracolo ma una realtà quotidiana condivisa ogni giorno da tutti coloro che ci onorano della loro presenza.